Trucchi Windows Vista – Modificare il punteggio dell’Indice prestazioni Windows

Indice prestazioni Windows modificato

Come sicuramente saprete, Windows Vista valuta tutti i componenti hardware di un computer e li memorizza in un indice che prende il nome di “Indice prestazioni Windows”. Il punteggio va da 1.0 a 5.9 e classifica i componenti a seconda della loro potenza ed efficienza.

Microsoft ha già annunciato che questo punteggio servirà per i software che verranno sviluppati in futuro. Quando acquisteremo un software verrà segnato il punteggio richiesto sulla confezione. Se il nostro computer ha un punteggio sufficiente, potremo procedere all’acquisto e all’eventuale installazione del prodotto.

Può, però, verificarsi che il nostro computer non abbia un punteggio sufficiente per l’installazione del software, anche se il software potrebbe comunque essere eseguito (se pur con prestazioni ridotte).

E’ in questi casi che possiamo provare a modificare il punteggio dell’Indice prestazioni Windows. Ecco come fare:

1. Andare in “C:\Windows\Performance\WinSAT\DataStore\” e aprire con il blocco note il file .XML più recente.

2. Andare alla voce “<WinSPR>” e modificare i seguenti valori (i valori da modificare sono segnati con “*”, mentre quelli da lasciare invariati con “=”):

<WinSPR>
    <SystemScore>*.*</SystemScore>
    <MemoryScore>*.*</MemoryScore>
    <CpuScore>*.*</CpuScore>
    <CPUSubAggScore>=.=</CPUSubAggScore>
    <VideoEncodeScore>=.=</VideoEncodeScore>
    <GraphicsScore>*.*</GraphicsScore>
    <GamingScore>*.*</GamingScore>
    <DiskScore>*.*</DiskScore>

Nota1: <SystemScore> rappresenta il puteggio globale del sistema, <MemoryScore> quello della memoria RAM, <CpuScore> quello del processore, <GraphicsScore> quello della scheda video per Windows Aero, <GamingScore> quello della memoria video per la grafica 3D e <DiskScore> quello dell’Hard Disk.

Nota2: E’ possibile inserire un valore minimo di 1.0 fino a un massimo di 9.9; altri punteggio del tipo 10.8 o 7.55 non funzioneranno.

Nota3: I valori <CPUSubAggScore> e <VideoEncodeScore> non necessitano di modifica in quanto non vengono mai mostrati all’utente in modo diretto.

3. Salvare con nome il file .XML modificato sul Desktop o in qualsiasi altra cartella.

4. Spostare il file nella cartella DataStore e sostituire con quello già esistente.

5. Andare su “Pannello di controllo\Sistema e manutenzione\Strumenti e informazioni sulle prestazioni del sistema\” e verificare che i punteggi modificati appaiano correttamente. Se così non fosse, verificate di aver effettuato tutti i passaggi correttamente.

Nota: Se si aggiorna il punteggio dopo aver effettuato la modifica, le modifiche effettuate andranno perse.

 

Ecco il codice usato nell’esempio

<WinSPR>
    <SystemScore>9.5</SystemScore>
    <MemoryScore>9.8</MemoryScore>
    <CpuScore>9.9</CpuScore>
    <CPUSubAggScore>5.1</CPUSubAggScore>
    <VideoEncodeScore>5.3</VideoEncodeScore>
    <GraphicsScore>9.7</GraphicsScore>
    <GamingScore>9.6</GamingScore>
    <DiskScore>9.5</DiskScore>

Trucchi Windows Vista – Ripristinare le icone della cartella utente

Gio512 User Files

A volte può capitare che le cartelle presenti all’interno della cartella utente in Windows Vista perdano le loro belle icone colorate di blu e ricche di simboli distintivi (il cd e la nota musicale per la musica, la freccia per i download, la stella per i preferiti, ecc.), divenendo gialle ed “anonime” come ogni normale cartella presente nel sistema.

La soluzione a questo fastidioso problema, è molto più semplice di quanto si possa credere. Infatti, basta aprire il menù Start e fare quanto segue:

Per la cartella Documenti: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\documenti\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21770
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-112
IconFile=%SystemRoot%\system32\shell32.dll
IconIndex=-235

Per la cartella Contatti: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\contacts\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%CommonProgramFiles%\system\wab32res.dll,-10100
InfoTip=@%CommonProgramFiles%\system\wab32res.dll,-10200
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-181

Per la cartella Desktop: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\desktop\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21769
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-183

Per la cartella Download: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\downloads\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21798
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-184

Per la cartella Preferiti: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\favorites\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21796
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-115
IconFile=%SystemRoot%\system32\shell32.dll
IconIndex=-173

Per la cartella Collegamenti: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\links\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21810
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-185
DefaultDropEffect=4
[LocalizedFileNames]
Public.lnk=@shell32.dll,-21816
Searches.lnk=@shell32.dll,-9031
Recently Changed.lnk=@shell32.dll,-32813
Music.lnk=@shell32.dll,-21790
Pictures.lnk=@shell32.dll,-21779
Documents.lnk=@shell32.dll,-21770

Per la cartella Musica: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\music\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21790
InfoTip=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-12689
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-108
IconFile=%SystemRoot%\system32\shell32.dll
IconIndex=-237
[LocalizedFileNames]
Sample Music.lnk=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21806

Per la cartella Immagini: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\pictures\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21779
InfoTip=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-12688
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-113
IconFile=%SystemRoot%\system32\shell32.dll
IconIndex=-236
[LocalizedFileNames]
Sample Pictures.lnk=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21805

Per la cartella Partite Salvate: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\saved games\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21814
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-186

Per la cartella Ricerche: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\searches\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-9031
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-18
[LocalizedFileNames]
Indexed Locations.search-ms=@shell32.dll,-32811
Everywhere.search-ms=@shell32.dll,-32814
Shared By Me.search-ms=@shell32.dll,-32802
Recent Music.search-ms=@shell32.dll,-32803
Recent Documents.search-ms=@shell32.dll,-32804
Recent Pictures and Videos.search-ms=@shell32.dll,-32806
Recent E-mail.search-ms=@shell32.dll,-32807
Recently Changed.search-ms=@shell32.dll,-32813

Per la cartella Video: andare nel menu start, digitare “notepad %USERPROFILE%\videos\desktop.ini” (senza le virgolette) e premere il tasto invio.
Nel documento apertosi, incollare quanto segue e salvare il tutto:
[.ShellClassInfo]
LocalizedResourceName=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21791
InfoTip=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-12690
IconResource=%SystemRoot%\system32\imageres.dll,-189
IconFile=%SystemRoot%\system32\shell32.dll
IconIndex=-238
[LocalizedFileNames]
Sample Videos.lnk=@%SystemRoot%\system32\shell32.dll,-21807

Trucchi Windows Vista – Utilizzare ReadyBoost con qualunque Pen Drive

Pen Drive Sandisk Cruzer MicroSe Windows Vista rileva su una Pen Drive USB prestazioni inferiori ad alcuni valori, non permette di sfruttarla come memoria cache del sistema operativo. Basta, però, una piccola modifica al registro di configurazione per aggirare l’ostacolo.

Windows Vista effettua una veloce analisi della Pen Drive quando questa viene connessa alla porta USB del PC se le prestazioni del dispositivo non sono superiori a certi valori (velocità di trasferimento minima di 2,5 mb/s per letture casuali di blocchi da 4 kb e di 1,75 mb/s per scrittura casuali di blocchi da 512kb), non è possibile attivare la funzionalità ReadyBoost. Modificando alcune voci del registro di sistema, però, possiamo fare in modo che Windows Vista rilevi una Pen Drive come se avesse i requisiti minimi richiesti. Apriamo il registro di sistema con la seguente procedura:

WinKey (il tasto in basso a sinistra con il logo di Windows)+R > digitiamo regedit, e cerchiamo la chiave

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\EMDMgmt

Ora individuiamo la Pen Drive tra le unità elencate e selezioniamo la stringa corrispondente. Clicchiamo due volte su DeviceStatus modificando il valore a 2, e su quelle Read SpeedKBs e WriteSpeedKBs, digitando nelle caselle Dati valore il numero 1000. Confermiamo con OK.

Anche la vecchia pendrive verrà ora riconosciuta come dispositivo ReadyBoost. Prima di attivare ReadyBoost, però, verifichiamo le reali prestazioni della pendrive usando il tool WinSat integrato in Windows Vista.

Per farlo, andiamo su Start > clicchiamo col tasto destro del mouse su Prompt dei comandi > selezioniamo la voce Esegui come amministratore.

Ora digitiamo il comando winsat disk-read-ran-ransize 4096-drive K (dove la lettera K è il nome dell’unità) per ottenere la velocità in lettura della pendrive;

digitiamo disk-write-ran-ransize 524288-drive K per testare le prestazioni in scrittura. Per un controllo totale del PC tramite grafici precisi ed esplicativi, attiviamo il tool di Windows Vista.

Apriamo Monitoraggio affidabilità e Performance monitor attivabile da

Start/Pannello di controllo/Strumenti e informazioni sulle prestazioni del sistema/Strumenti avanzati

Nella finestra che appare, clicchiamo su Performance Monitor presente in Affidabilità e prestazioni/Strumenti di monitoraggio: cliccando sul segno + possiamo aggiungere al grafico la visualizzazione dei dati della pendrive connessa alla porta USB.

Trucchi Windows Vista – Come rimuovere il Boot Manager di Windows Vista

Come alcuni di voi sicuramente sapranno, Windows Vista non utilizza più il file boot.ini per gestire l’avvio del sistema (a differenza di Windows XP), ma si serve di un’utility chiamata BCDEDIT.EXE.

Molti utenti che hanno installato le versioni beta di Windows Vista, volendo tenere anche Windows XP, hanno installato il sistema in dual boot, cioè partizionando il disco rigido. In seguito, superato il periodo di prova, hanno deciso di rimuoverlo formattando la partizione o il disco rigido in cui era installato.

Ma formattando il boot manager non è stato rimosso, e l’unica speranza di modificarlo era utilizzare l’utility BCDEDIT.EXE di Windows Vista.

Perchè? Il boot manager non è stato rimosso per il semplice fatto che Windows Vista ha creato nell’Hard Disk o nella partizione di Windows XP una cartella nascosta chiamata boot, quasi sicuramente in C:\boot dove sono contenuti tutti i file necessari per far avviare il Boot Manager all’accensione del PC.

Se volete eliminare il Boot Manager di Vista, senza ricorrere alla Console di Ripristino, potete usare questo programma gratuito: EasyBCD. Si tratta di un software che vi permette di ripristinare il Boot Loader di Windows XP.

EasyBCD

Può tornare utile anche in Windows Vista nel caso volessimo modificare in maniera molto semplice le opzioni di boot.