Petizione iPhone 3G: firmala e diffondila proprio come ha fatto WindowsMania

Petizione iPhone 3G su iPhoneAffossato.com

Come molti altri, anche noi della redazione di WindowsMania, in collaborazione con il Gio512 Team, abbiamo deciso di firmare la petizione e di aiutare la sua diffusione in modo da far cessare questo vergognoso fenomeno di cartello tra TIM e Vodafone. Sicuramente l’iPhone 3G rappresenta la rivoluzione della telefonia mobile, ma 569 o 499 € ci sembrano davvero tanti per un dispositivo che, sebbene ricco di tecnologie, non vale tale cifra. Firma anche tu la petizione dell’iPhone 3G. Per farlo, clicca semplicemente su “Firma” qui in basso.

Firma | Petizione iPhone 3G su iPhoneAffossato.com

Annunci

Microsoft mostra il Multi-Touch in Windows 7

Da anni Microsoft investe in nuove forme di interazione tra gli utenti e i propri PC. Oggi, il Touch Screen rappresenta una di queste forme ed è, via via, sempre più apprezzato. Microsoft vuole mostrare con questo video una parte di quello che è possibile fare con la nuova tecnologia Multi-Touch, l’evoluzione del classico Touch Screen. Questa nuova tecnologia, che verrà implementata a quanto pare sui prossimi PC con Windows 7, permette di toccare più punti di un display contemporaneamente.

WindowsMania raggiunge 20.000 visite!

WindowsMania ha finalmente raggiunto 20.000 visite!

WindowsMania ha finalmente raggiunto 20.000 visitatori!. Sicuramente rappresenta il superamento di un grande traguardo per un sito così giovane, e di questo non possiamo che essere orgogliosi. Ma ovviamente bisogna ringraziare tutti voi lettori che visitando il nostro sito e lasciando commenti ci date la forza di continuare a migliorare questo servizio. Un grazie di cuore!

La Redazione di WindowsMania

WindowsMania raggiunge 10.000 visite!

WindowsMania ha finalmente raggiunto 1000 visite!

WindowsMania ha finalmente raggiunto 10.000 visitatori!. Sicuramente rappresenta il superamento di un grande traguardo per un sito che non ha nemmeno cinque mesi di vita, e di questo non possiamo che essere orgogliosi. Ma ovviamente bisogna ringraziare tutti voi lettori che visitando il nostro sito e lasciando commenti ci date la forza di continuare a migliorare questo servizio. Un grazie di cuore!

La Redazione di WindowsMania

Wubi 8.04: installare Ubuntu 8.04 da Windows non è mai stato così facile

Wubi 8.04

Il software di che oggi vi presentiamo si chiama Wubi 8.04. Si tratta di un ottimo programma che ci permette di installare Ubuntu 8.04 Hardy Heron direttamente da Windows. E’ la maniera più facile per permettere agli utenti Windows di imparare a usare Ubuntu Linux. La caratteristica più interessante di Wubi 8.04 è, infatti, quella di poterlo disinstallare in qualunque momento come un normale software, nel caso in cui non dovesse piacere (questo è dovuto al fatto che Wubi 8.04 installa l’edizione di Ubuntu selezionata proprio come un normale software)

Ecco le edizioni di Ubuntu che Wubi 8.04 ci permette di installare:

  • Ubuntu 8.04
  • Kubuntu
  • Kubuntu-KDE4
  • Xubuntu

 

Requisiti minimi di sistema

  • 256 MB  di memoria RAM
  • 5 GB di spazio libero su Hard Disk
  • Windows 98/2000/XP/Vista

 

Download di Wubi 8.04

 

Come utilizzarlo

1. Avviamo l’eseguibile scaricato. Se lavoriamo con Windows Vista e l’UAC è attivato, clicchiamo su “Consenti” e attendiamo.

2. Dopo alcuni secondi, dovremmo poter visualizzare la configurazione iniziale.

3. Innanzitutto dobbiamo selezionare la lettera del volume in cui installeremo Ubuntu. E’ consigliabile selezionare un volume in cui lo spazio disponibile è di almeno 8 GB.

4. Infine ci basta inserire tutti i dati personali come “Nome Utente” e “Password” e andare avanti.

5. A questo punto avrà inizio l’installazione di Ubuntu.

Nota: Se nella cartella in cui si trova Wubi è presente anche l’immagine ISO, Wubi la utilizzerà per l’installazione.  In caso contrario, provvederà Wubi stesso a scaricarla dalla rete.

6. Completata l’installazione riavviare il computer. Al riavvio dovreste poter scegliere Ubuntu tra l’elenco dei sistemi operativi.

7. Selezionate Ubuntu e attendete pazientemente l’installazione del Sistema Operativo. Al termine dell’installazione, riavviate nuovamente il vostro PC e potrete finalmente usufruire del vostro Sistema Operativo Ubuntu 8.04.

Nota: Se installate Ubuntu su una partizione NTFS, può accadere che non riusciate ad avviare il S.O. Ubuntu 8.04: genericamente vengono mostrati due tipi di errori, grub error code 15 e 17. In questo caso seguire la seguente procedura.

 

Come risolvere Grub error code 15 e 17

Il problema può essere determinato dal verificarsi di due diverse condizioni:

  1. Il drive è frammentato (o il file system è danneggiato)
  2. La partzione NTFS è compressa

Il drive è frammentato (o il file system è danneggiato)

Seguire la seguente procedura:

1. Eseguire uno Scandisk utilizzando il comando “chkdsk” dal Prompt dei comandi di Windows.

2. A Scandisk completato, effettuare una deframmentazione del disco su cui è installato Wubi.

La partzione NTFS è compressa

In questo caso basta semplicemente decomprimere la partizione in cui è installato Wubi. Per farlo seguire questi semplici passi:

1. Andare su Computer (Windows Vista) o Risorse del computer (Windows XP) e fare click destro sull’unità in cui è installato Wubi.

2. Cliccare ora su “Proprietà” e rimuovere il segno di spunta da “Comprimi unità per risparmiare spazio su disco”.

Windows Vista Service Pack 1 già craccato dopo alcuni giorni dalla sua uscita

Screenshot del nuovo crack per Windows Vista SP1

Non sono passati nemmeno un paio di giorni dall’uscita del Service Pack 1 per Windows Vista, che già c’è un crack per ovviare all’attivazione del sistema. Il file prende il nome di VistaSP1Activation.zip e si può reperire facilmente sulle reti BitTorrent.

Il crack contenuto all’interno dell’archivio si chiama Activation.Vista.Sp1.exe e la sua installazione è davvero semplicissima. Una volta avviato fa tutto automaticamente. Infatti, non appena viene viene completata l’operazione e viene riavviato il sistema, tutti coloro che possiedono una copia pirata di Windows Vista potranno godere dell’attivazione e, quindi, di tutti gli aggiornamenti.

Si spera che Microsoft corra presto ai ripari e che rilasci un aggiornamento per il WGA (Windows Genuine Advantage) che rimuova automaticamente il crack dal sistema.

Windows XP Service Pack 3: ecco la date ufficiali per il rilascio (non italiane)

Anteprima del download di Windows XP SP3 Release Candidate 

Di seguito sono riportate le date ufficiali del rilascio di Windows XP Service Pack 3 (non italiane):

RTM (Release To Manufacturing) – 21 Aprile
OEM Channel21 Aprile
Windows Update29 Aprile
Download Centre29 Aprile
MSDN/Technet Download2 Maggio
Windows XP SP3 Fulfillment Media19 Maggio
VL Customers via download01 Giugno
Aggiornamento automatico10 Giugno

Windows 7 Ultimate – Milestone 1: ecco i primi screenshots ufficiali

Finalmente su internet cominciano a circolare i primi screenshots ufficiali sul nuovo “Windows 7 Ultimate – Milestone 1”. Alla Microsoft sono già al lavoro per il nuovo Sistema Operativo che succederà Windows Vista, anche se non uscirà prima di Dicembre 2009.

Ecco a seguire alcuni screenshots (fate clic su di essi per ingrandirli):

Info Sistema di Windows 7 M1

Queste sono le informazioni sul sistema. Possiamo notare come l’interfaccia grafica non sia cambiata, dato che si tratta ancora di una primissima alpha identica a Windows Vista Ultimate e con pochissimi miglioramenti.

——

Menu Start di Windows 7

Qui troviamo il nuovo menù di Start. Non si notano grandi cambiamenti, a parte la puntina accanto ai programmi selezionati, il quale scopo sarebbe quello di semplificare la gestione dei programmi preferiti. Ricordiamo che per parecchio tempo si è discusso sulla rimozione del menù di Start per fare spazio a qualcosa di più semplice e innovativo, anche se non si è ancora deciso se lasciarlo o rimuoverlo definitivamente.

——

Nuova System Tray

Davvero interessante è il modo in cui si presenta la nuova Tray System. Sicuramente verrà migliorata nelle prossime versioni.

——

Vista dettagliata di una finestra in Windows 7

Le cartelle si presentano molto simili a quelle di Windows Vista. Utile, invece, la nuova funzione che permette di regolare la larghezza delle caselle Indirizzo e Instant Search.

——

Informazioni sul Sistema

Ecco, invece, la finestra con tutte le informazioni sul sistema. Degna di nota è la barra laterale a sinistra, che a differenza di Windows Vista è leggermente cambiata. Guardando inoltre le informazioni del Sistema Operativo possiamo subito infividuare “Windows(R) 7 Ultimate”.

——

Panoramica sul Desktop e finestra sulla regolazione delle dimensioni dei caratteri

Troviamo infine uno screenshot del desktop con l’interfaccia Basic. E’ leggermente cambiata la barra delle applicazioni, che si presenta con uno stile più soft, anche se molto probabilmente è solo una versione provvisoria, giusto per spezzare un po’. Nella finestra, invece, possiamo visualizzare le impostazioni per il ridimensionamento dei caratteri all’interno del desktop.

In conclusione

Nella sua globalità la prima versione alpha di Windows 7 non presenta notevoli cambiamenti. Possiamo comunque dire che sono state migliorate diverse applicazioni del sistema, alcune delle quali:

  • Windows Media Center, che presenta molte più caratteristiche con una vasta scelta di impostazioni;
  • Blocco Note e WordPad;
  • Paint, dove ora possiamo anche utilizzare un righello e ottenere una maggiore precisione nei disegni;

Windows Vista Service Pack 1 rilasciato: ecco tutti i miglioramenti

Martedì 15 Aprile 2008 è finalmente uscito il Service Pack 1 per Windows Vista. Il tanto atteso Service Pack 1 contiene tutti gli aggiornamenti già rilasciati per Windows Vista e corregge gran parte dei bug presenti. Il pacchetto riunisce in sè 23 aggiornamenti sulla sicurezza e 550 hotfix, per un totale di 544 MB.

Windows Vista SP1 (Service Pack 1)

Ecco un’elenco contenente la maggior parte delle novità e delle migliorie presenti in Windows Vista Serivce Pack 1:

  • Maggiore affidabilità e migliori prestazioni e stabilità per le connessioni Wi-Fi.
  • Efficacia migliorata per SuperFetch, ReadyBoost e ReadyDrive.
  • Più rapidità per Internet Explorer 7.
  • Supporto a nuovi standard, come l’algoritmo di compressione Wi-Fi 802.11n e altri (SHA-256, AES-GCM).
  • Supporto all’UEFI per la versione a 64 bit di Windows, Filesystem exFAT, progettato per le memory card.
  • Set d’icone per i lettori Blu-ray e HD-DVD. Il supporto al lettore HD-DVD della Xbox 360 non è ancora integrato, ma si può scaricare tramite Windows Update.
  • Aggiornamento del sistema WGA, che ora mostra dei messaggi di notifica a chi non possiede una copia autentica di Windows Vista, che suggeriscono come risolvere velocemente il problema. Se avete installato una copia pirata di Windows Vista, potreste avere problemi nell’installazione del SP1.
  • Software per la deframmentazione del disco e per l’aggiornamento automatico delle DirectX alla versione 10.1.
  • BitLocker ora può applicare la crittografia anche ad altri volumi, oltre quello d’avvio.
  • Altri aggiornamenti: possibilità d’impostare un motore di ricerca file.
  • Visualizzazione della quantità reale di RAM, per i sistemi a 32 bit con più di 4 GB.
  •  UAC più discreto.

 

Panoramica sull’installazione

Il Service Pack 1 è disponibile tra gli aggiornamenti di Windows Update. Dopo averlo scaricato, Windows ne avvia l’installazione dove viene specificato che il processo potrebbe durare anche più di un’ora. Una volta terminata la configurazione iniziale precedente all’installazione viene chiesto di riavviare. E’ proprio adesso che inizia l’installazione vera e propria.

L’installazione del Service Pack 1 si suddivide in 3 parti, e dopo la seconda il distema si riavvia per poi continuare con la terza. Con un comune Pentium 4 3.00 Ghz il tutto non dura più di 30 minuti. Al termine dell’installazione il Computer viene riavviato e dopo alcuni secondi dal logon viene mostrato all’utente un messaggio nell’area di notifica che segnala l’avvenuta installazione del Service Pack 1.

Tutti coloro che possiedono una copia pirata si ritroveranno 15 giorni di tempo per poter attivare la propria copia e ottenere una licenza originale.

 

Pro e Contro del Service Pack 1

Pro – Il Service Pack 1 per Windows Vista presenta senza dubbio notevoli migliorie (già elencate il precedenza). La velocità di copia e trasferimento da un disco a un altro è nettamente diminuita rendendo Windows Vista SP1 più veloce di Linux e Windows XP SP2.

Contro – A sfavore del Service Pack 1 vanno un notevole peggioramento della velocità di trasferimento da un disco a una pen drive e un tempo di avvio del sistema di alcuni secondi più lungo.

 

Conclusioni

Possiamo dunque affermare che Microsoft ha mantenuto le promesse fatte con il Service Pack 1 (i miglioramenti infatti sono parecchi). Tuttavia lasciano un po’ perplessi il peggioramento della velocità di trasferimento da un disco a una pen drive e il tempo di avvio del sistema di alcuni secondi più lungo. Togliendo questi due fattori, Il Service Pack 1 per Windows Vista è sicuramente importantissimo per il sistema e le correzioni e i bug lo rendono molto più affidabile.

In conclusione consigliamo vivamente di installare il Service Pack 1 per Windows Vista, anche perchè, nonostante le sue pecche, è un validissimo aggiornamento.

 

Download

Windows Vista SP1 per sistemi x86, package eseguibile
Windows Vista SP1 per sistemi x86, ISO CD
Windows Vista SP1 per sistemi x64, package eseguibile
Windows Vista SP1 per sistemi x86 e x64, ISO DVD

Come creare il wallpaper dei propri sogni

WallpaperMaker.net

Siete alla ricerca di un wallpaper per il vostro desktop ma non riuscite a trovarne uno che vi soddisfi? Nessuno problema! Con WallpaperMaker.net potrete crearne uno tutto vostro che si adatti perfettamente alle vostre esigenze. Il servizio è totalmente gratuito e in pochi secondi vi permetterà di creare il vostro sfondo anche se non avete competenze grafiche.

Per creare uno sfondo per il desktop vi basterà scegliere dal menù in alto uno sfondo “background” e poi se volete potete arricchirlo con delle immagini “main picture” o con degli accessori “accesories”. A questo punto non vi resta che definire le dimensioni e fare click su “Build My Wallpaper”. Una volta scaricato potrete installare il nuovo wallpaper nel vostro desktop di Windows.